Casanova a Old Market erbe, spezie, olii….

0
1102

A Sharm esistono decine e decine di negozi e bazar dove comperare erbe e spezie.
Moltissimi si improvvisano, comprano cestoni che riempiono con quel che capita, si riforniscono all’ingrosso e vendono un tanto al grammo…
Qualcuno invece ha fatto della vendita di questi antichi rimedi un vero e proprio lavoro, passa tempo su internet a cercare informazioni e quando un cliente torna, si informa sempre se i rimedi proposti siano stati efficcaci dato che, dall’esperienza dei clienti che hanno riscontrato benefici, nascono preziosi consigli per chi arriverà.

Roberta e Amr

Vi sto parlando di Roberta e Amr lei italiana e lui egiziano. Si sono conosciuti per caso a Sharm 4 anni fa e dopo solo un anno si erano sposati. Lui era il classico ragazzo egiziano che lavora sodo per portare a casa uno stipendio che gli permetteva appena di tirare avanti. Per ben 15 anni ha lavorato sotto padrone (in Egitto il termine sotto padrone ha ancora il suo significato letterale!).
Roberta era solo molto determinata e lavorava nel settore delle escursioni e del water sport, vendendo ai turisti prodotti il cui ricavato andava quasi completametne nelle tasche del Tour Operator o dell’albergo di turno.

Non è facile la vita a Sharm se sei un dipendente. Ma evidentemente nella loro unione hanno trovato la forza di provarci e di buttarsi per raggiungere un’indipendenza soddisfacente.
Entrambi si resero immediatamente conto che la scelta della posizione per un negozio con possibilità di lavorare sarebbe stata determinante!
Il posto più idoneo ad un negozio di erbe e spezie è senza dubbio Old Market. Ma i negozi in buona posizione nella città vecchia hanno costi proibitivi per due ragazzi armati solo di buona volontà. I turisti non hanno la più pallida idea di quanto costi affittare un negozio a Sharm ma vi garantiamo che per un negozio centrale a Old Market, 2 o 3 mila EURO al mese sono più che normali per un negozio poco più grande di uno sgabuzzino.

Non si sono arresi Roberta e Amr e la soluzione l’hanno trovata! Innanzi tutto hanno coinvolto nel loro progetto Mustafa, il cugino di Amr. Volendo essere aperti dalle 12 alle 2 di notte, gestire il tutto in due sarebbe stato massacrante.
Dopodichè, in una delle migliori posizioni di Old Market hanno individuato un muro…. si, proprio così, non un negozio, un muro. Vista Moschea, proprio sulla scala di ingresso, un semplice muro vuoto. Hanno contattato il proprietario di qell’edificio, hanno trattato e discusso e alla fine si sono aggiudicati il loro muro dove hanno realizzato la prima bancarella attrezzata di Sharm.

Come dice il proverbio il bisogno aguzza l’ingegno!

Hanno aperto poco più di un anno fa e già hanno il loro giro di clienti.
Non trattano di tutto un po’ come tanti negozi e negozietti. Loro si sono specializzati in erbe, spezie, oli, incensi, saponi… insomma, in prodotti naturali.

Hanno scelto di chiamare il loro punto vendita Casanova.
Lei ha proposto il nome perchè, essendo veneziana come il famoso personaggio, si riallacciava alle sue origini e i due ragazzi, saputa la fama del più famoso donnaiolo italiano illudendosi di avere lo stesso successo col gentil sesso, hanno accettato la proposta con entusiamo! O forse hanno scelto questo nome perchè oltre ad essere un dandy e un donnaiolo Casanova era anche un valente alchimista e uno speziale. Quando vedi la bottega di questi ragazzi viene proprio in mente l’antico speziale. In fondo non penso che nel medioevo chi vendeva rimedi naturali avesse uno spazio molto diverso. Cesti pieni di erbe, barattoli colmi di oli profumati o medicali, incensi, profumi… teli e pezze vivacemente colorate per contrastare i tenui colori e le sfumature naturali delle erbe…. no, non doveva essere molto diverso! Se Mustafa, Roberta e Amr si vestissero con abiti medioevali la suggestione sarebbe perfetta!

Amr parla bene l’italiano, ma la vera passione traspira dalle parole di Roberta. Un fiume in piena che, col suo accento marcatamente veneto, descrive prodotti e antichi rimedi. Non ha studiato le erbe a scuola, ma passa ore su internet a cercare informazioni sulle spezie, sugli oli. Qualunque problema il cliente possa avere esiste un prodotto che se non cura, comunque dà benefici.
Scappa da ridere qando questa ragazza vi parla con naturalezza di emorroidi, purghe, muco che viene espulso non dalla bocca ma dall’intestino…. ogni cliente per lei è una storia, una persona da aiutare. E i clienti tornano evidentemente perchè traggono beneficio dai suoi consigli.

Roberta è una chiacchierona, basta darle spago e non si ferma più. Quando comincia a parlare di prezzi è una diga franata, imbufalita con il sistema di Sharm basato sulle commissioni. Interi pulman di turisti vengono scaricati in negozi di borse, di souvenir, di spezie. Il turista paga per essere portato a fare shopping quindi non penserebbe mai che sui suoi acquisti girano commissioni che da noi sarebbero impensabili. E’ il sistema malato di Sharm, quel sistema per cui il turista va spremuto. E come è facile immaginare, nei mega negozi attrezzati per ricevere contemporaneamente decine e decine di clienti non conta tanto la professionalità, ma il saper vendere, il saper convincere a comprare!
Roberta si indigna, si inalbera, si accalora! “A un turista è stato venduto tè alla rosa spacciato per rosmarino rosso! Solo perchè lui cercava il rosmarino rosso, che in realtà neppure esiste!” Piccoli aneddoti, esempi, lamentele che ascolta dai suoi clienti che raccontano episodi al limite del ridicolo!

Roberta, Amr e Mustafa hanno capito l’approccio vincente col turista. Vendere conta ovviamente, ma loro hanno capito che ogni cliente va ascoltato, seguito, coccolato. Gli viene offerto subito un tè (o un buonissimo caffè italiano, perchè nel loro muro hanno trovato lo spazio per mettere una macchinetta del caffè!). Serve tempo per vendere delle erbe, degli oli. Per prima cosa va capito il problema del cliente. Vendere spezie non è montare uno show con un tipo che recita a memoria la filastrocca, condendo il tutto con battute studiate e preparate a tavolino. Se non ascolti il cliente, non saprai mai aiutarlo. Potrai vendere, ma non lo aiuti. Ecco il punto di forza di questi ragazzi. Per loro ogni cliente è un individuo con problemi diversi. Se avete fretta tirate dritto, ma se volete certamente trovare dei rimedi naturali, investite mezz’ora del vostro tempo per ascoltare e per stupirvi.

Oggi tutte le principali aziende di cosmetica puntano sul naturale, sul biologico. Dopo anni in cui il massimo era rappresentato dal sintetico e dal costruito in laboratorio, è tornato prepotentemente di moda il prodotto naturale. I principi sono sempre gli stessi, ma per ottenere gli stessi risultati direttamente con le erbe costa molto molto meno.

Forse quando hai iniziato a leggere questo articolo ti saresti aspettato un elenco di rimedi, di prodotti, di descrizioni. Abbiamo fatto una scelta diversa. Abbiamo deciso di parlare delle persone, non delle erbe, anche eprrchè pechè sarebbe stato riduttivo, noiso e inutile fare uno sterile elenco di prodotti abbinati ai benefici. Quello di cui avete bisogno è di fare due chiacchiere con loro, perchè solo parlando del tuo problema o della tua esigenza potrai farti aiutare a trovare il rimedio naturale a te più adatto.

In compenso, in collaborazione con Casanova, abbiamo stabilito che settimanalmente parleremo di un singolo rimedio, perchè le informazioni per essere assimilate hanno bisogno di tempo. Collegheremo ogni articolo a questo e alla pagina facebook di Casanova in modo che Roberta possa rispondere alle vostre eventuali domande.

Insomma, se amate essere seguiti con passione e al contempo risparmiare, da oggi sapete dove andare!

Clicca sull’immagine per inviare un messaggio

Come contattare Roberta?
Potete telefonarle allo +20106 083 3869
Potete mandarle un messaggio su Whatsapp allo +393665061886
Potete contattarla tramite la pagina facebook: amr.casanova.54

Aggiungi il tuo commento con facebook