Sono state riaperte le crociere sul Nilo

0
208

Ben 11 compagnie di navigazione ottengono le certificazioni necessarie a garantire la certificazione sanitaria per il covid per i loro passeggeri

Undici degli hotel galleggianti di Luxor e Assuan sono stati riaperti dopo essere stati sottoposti a ispezioni sulla salute e sicurezza relative al coronavirus condotte dai ministeri della salute e del turismo egiziani, secondo una dichiarazione del 5 ottobre di Abdel Fattah al-Assy, l’assistente ministro del turismo e delle antichità. 

Un totale di 22 imbarcazioni hanno presentato domanda di ispezione.

Le imbarcazioni che hanno ricevuto la certificazione hanno soddisfatto tutti i controlli di salute e sicurezza stabiliti dal ministero, ha affermato Assy. Due imbarcazioni hanno già ripreso i viaggi in crociera al 50% della capacità, con turisti provenienti da Stati Uniti, Francia e Spagna. 

Assy ha aggiunto che se le navi non riescono a soddisfare i nuovi requisiti, avranno la possibilità di modificare le loro condizioni operative e di sottoporsi a un altro ciclo di ispezioni. 

Il ministero del Turismo egiziano ha deciso a settembre di consentire alle navi di riprendere l’attività a partire dal 1 ° ottobre, dopo una pausa di mesi a causa della pandemia di coronavirus.

Luxor e Assuan hanno un totale combinato di 130 hotel galleggianti, da 30 a 50 dei quali dovrebbero riprendere l’attività inizialmente, poiché si prevede che il ritorno del turismo nell’Alto Egitto sarà graduale. 

I governatorati di Luxor e Assuan hanno presentato una petizione per l’estensione  dell’iniziativa “Trascorri l’estate nell’Alto Egitto”, lanciata dal ministero per incoraggiare il turismo nell’Alto Egitto, offrendo uno sconto del 50% sui prezzi dei biglietti interi per i visitatori stranieri nei musei e nei siti archeologici .

Hanno chiesto di prorogare l’iniziativa fino a dicembre.

I governatorati hanno anche chiesto una riduzione del biglietto aereo interno per Luxor e Assuan, un’altra misura che ritengono contribuirà a stimolare il turismo nella regione.

Aggiungi il tuo commento con facebook