La guerra dei sei giorni. 1967: Sinai, Giordania e Siria

0
131

Due sono le guerre recenti combattute in Sinai. La prima nel 1967 quando Israele conquistò il Sinai, la seconda nel 1973 quando l’Egitto si riprese le sue terre. Questo è un ottimo saggio storico per chi vuole documentarsi sulla prima di queste guerre

A cinquant’anni dal conflitto, una storia dello straordinario successo strategico che consenti a Israele di triplicare l’estensione del proprio territorio ma pose anche le basi della guerra del Kippur. Nel maggio 1967 un’azione combinata di Egitto, Giordania e Siria stava minacciando Israele, abbandonato a se stesso dalle Nazioni Unite. Per anticipare le mosse dei loro nemici, in giugno gli israeliani erano pronti a un attacco preventivo che avrebbe spiazzato il mondo intero: la schiacciante vittoria fu ottenuta attraverso un uso sapiente dell’aviazione, che avrebbe sgominato le forze egiziane nel Sinai. Allo stesso modo, un’azione fulminea consentì l’occupazione della Città Vecchia a Gerusalemme, della Cisgiordania e delle alture del Golan. Dalle premesse del conflitto alle sue conseguenze, tutti gli aspetti di questo scontro sono analizzati con precisione e ricchezza di dettagli, approfondendo la panoramica anche attraverso illustrazioni e mappe.

RECENSIONI

Il libro è scritto molto bene ed è comprensibile. E’ molto tecnico, nel senso che l’autore scrive nei minimi dettagli gli armamenti in campo, i modelli e tipo di armi, il numero degli stessi per i diversi eserciti in campo, i nomi degli ufficiali combattenti, ecc. E’ illustrato da fotografie in bianco e nero, anche se alcune di esse per via della carta opaca non sono nitide, e di alcune tavole a colori. Ci sono anche cartine che spiegano i movimenti e le battaglie dei famigerati sei giorni. Insomma un libro ben fatto che si legge velocemente e fa comprende come sia possibile che Israele, attaccato su tutti i fronti da 5 nazioni arabe diverse, in sei giorni, le sconfisse e conquisto parecchi territori oggetto, poi , di scambio con una pace duratura. La lettura conseguente di “Gerusalemme, Gerusalemme” che descrive invece la creazione dello stato di Israele.

Un testo ben strutturato, semplice e coinvolgente. Spesso le narrazioni di eventi militari che si sono svolti su più fronti di combattimento più sono dettagliate più diventano caotiche, non è questo il caso. Simon Dunstan tratta le fasi del conflitto in modo chiaro e dettagliato, suscitando interesse nella lettura. Complessivamente un ottimo testo

Ricostruzione precisa, dettagliata e ben documentata di un episodio chiave della storia moderna: non può mancare nella biblioteca dell’appassionato di storia.

Aggiungi il tuo commento con facebook